Gente pixellosa{0}

Che sarebbe finita così l’avevo intuito dopo il primo post che gli avevo dedicato, qualche giorno fa. E così eccoci qui, dopo giorni di scimmia e ore spese a sistemare la città spaziale di Pixel People, a cimentarmi in una breve (oddio, no) guida strategica per questo city builder spaziale di LambdaMu Games che, vi ricordo, si può scaricare gratuitamente dall’Apple Store a questo indirizzo.

Storia? Vabbè: siamo nello spazio, dobbiamo ricostruire la civiltà umana, e per farlo abbiamo a disposizione pochi strumenti. Non un pianeta intero, per cominciare, ma piattaforme galleggianti sospese nel vuoto. Un po’ di accoppiamento di DNA, che è uno degli elementi cruciali del gioco, e tanto eye-candy pixelloso.

DNA RICOMBINANTE
spliceAll’inizio avrete a disposizione solo l’Arrival Center, l’edificio in cui si possono creare nuovi cloni ricombinando (splicing) il DNA di quelli già esistenti, dando così vita a nuove professioni. Meccanico e ufficiale di polizia creano un pompiere, per esempio; artista e programmatore originano invece il game designer, e via di questo passo, per 155 (con l’ultimo aggiornamento) diversi mestieri, che vanno dal sindaco all’oracolo, dal ninja all’imbalsamatore. Quando si combinano tra loro due geni, la provetta che sta tra i due soggetti di partenza può essere viola, gialla o grigia: nel primo caso, vuol dire che avete trovato una nuova professione; nel secondo, che si tratta di una combinazione già trovata in precedenza, e nel terzo caso che non è possibile alcuna combinazione tra i due soggetti. La provetta gialla indica anche che il processo di clonazione può essere invertito, ritornando al soggetto “vuoto” originale.

Quando ottenete una nuova professione, tipicamente a essa viene associato un edificio dove possa essere svolta: il sindaco sblocca il municipio, l’analista forense sblocca il laboratorio dei CSI, il giudice sblocca il tribunale, il sys admin sblocca il palazzo dell’IT, ecc. ecc. Gli edifici che possono essere così costruiti non hanno un costo in valuta, ma in compenso richiedono spazio fisico sul pianeta (o come volete chiamare il lembo di spazio in cui si svolge il gioco) dove possano essere eretti.

Nella schermata di selezione dei geni alcune professioni sono più visibili di altre, a indicare che una loro combinazione nasconde una professione non ancora scoperta. Attenzione, però, a non cadere in un errore che ho commesso per parecchie ore prima di accorgermene: le professioni (o geni) sfumate possono comunque essere utilizzate per ottenere combinazioni utili, per quanto repliche di altre già scoperte in precedenza.

Esiste poi una categoria genetica definita “Speciale”, dove si trovano professioni come sognatore, venditore, esploratore e mutante; non occorre raggiungere un determinato livello per sbloccarle, non sembrano esserci regole precise in merito, ma solo che il gioco le “regala” in maniera piuttosto casuale nel corso della partita.

BEN ARRIVATO, CLONAZZO!
houseUn clone (operazione che richiede un tempo variabile dai pochi secondi per le ricombinazioni già scoperte a decine di minuti per quelle nuove e più “sfiziose) può essere creato solo se in città è disponibile un posto in una casa dove poterlo alloggiare. Ergo, sarà necessario premunirsi per tempo, e costruire casette in grado di ospitare i nuovi residenti. Si parte con una casettina sfigata che occupa uno slot di terreno, costa un’inezia e si costruisce in quattro e quattr’otto, fino ad arrivare alla palazzina da uno slot di terra che costa 200.000 monete e 6U (l’Utopium, la valuta premium del gioco, a cui arriviamo più tardi), e che viene eretta in 20 e passa ore di tempo, con diverse altre costruzioni di mezzo. Una volta sbloccata la torre, comunque, qualunque alternativa è improponibile, soprattutto per la costante scarsità di terreno.

TERRENO, MA QUANTO MI COSTI
Il terreno rappresenta di gran lunga la risorsa più rara e cara di tutto il gioco. La partita comincia con 10 slot di spazio, che si esauriscono nel giro di pochissimi turni: a quel punto sarà necessario effettuare un upgrade. Ogni upgrade costa sensibilmente più del precedente, e permette di ottenere sempre e solo 10 slot di terreno. Una limitazione forse eccessiva, e che limita non poco le dinamiche di crescita della città. Voglio dire, il primo upgrade di terra costa 20.000 monete, ma nel giro di pochi potenziamenti le cifre viaggiano nell’ordine dei *milioni*. E sempre per 10, maledetti slot.

EDIFICI
edificiGli edifici operativi generano reddito, sotto forma di monetine. Più gente ci lavora dentro, più monetine si guadagnano. Gli edifici hanno un’autonomia temporale piuttosto limitata, superata la quale occorre “tappare” l’icona con il fulmine per far ripartire il lavoro, e la conseguente produzione di denaro. Gli edifici, come ormai dovreste aver capito, si sbloccano quando una ricombinazione di DNA genera una nuova professione.

Alcuni edifici ampliano e arricchiscono il gioco mettendo a disposizione funzioni speciali. Alcune sono onestamente poco utili, come la possibilità di cambiare “sfondo” al pianeta, oppure di vedere gli achievement sbloccati fino a quel momento. Altri invece influenzano in maniera radicale il gameplay. Ecco un breve elenco degli edifici speciali e le loro funzioni:

- Police Station (stazione di polizia): achievement
- Town Hall (municipio): iimpostazioni del gioco, hint e acquisti in-app
- Sheriff’s Office (ufficio dello sceriffo): riconoscimenti
- Business Center: statistiche di guadagno di monete al secondo, massime e attuali
- Arrival Center: arrivo dei cloni e relativo splice
- Utopium Mine (miniera di utopium): permette di ottenere un po’ di utopium gratis tutti i giorni, nell’ordine di due o tre unità
- Bank (banca): gli edifici pieni (nei quali lavorano tutti) guadagnano il doppio
- Research Lab (laboratorio di ricerca): pagando una quota non indifferente – 10U, 20U, 30U ecc. – si può ridurre il numero di cuori necessari per sbloccare le sorprese (si veda l’apposito paragrafo)
- Park (parco): sblocca le decorazioni per la città
- Lakehouse (casa sul lago): sblocca i corsi d’acqua
- Observatory (osservatorio): consente di “viaggiare” nello spazio e cambiare galassia, ossia lo sfondo della città
- Gene Pool: permette, a costi di monete proibitivi, di ottenere una sorpresa “rapida” (quick surprise), senza dove raccogliere tutti i cuori
- Nursery (vivaio): sblocca gli alberi
- Building Firm (impresa edile): permette di costruire altri edifici, repliche di quelli già disponibili
- Enterprise (azienda): accesso a una IAP (in-app purchase, acquisto all’interno dell’app) da 1.79 € che raddoppia i tempi di autonomia di tutti gli edifici
- Tech Support (supporto tecnico): sblocca l’upgrade degli edifici
- Astro Church (chiesa spaziale): tramite una “donazione” di 8U si può ottenere per dispensa astrale uno slot di terra
- Law Firm (studio legale): pagando un “pizzo” di 40U si può evitare di pagare i milioni necessari per l’upgrade del terreno, e sbloccare il livello successivo
- Fortune Teller (indovino): ogni giorno svela una ricetta per nuove professioni. Non è detto che siano tutte accessibili, comunque

LA NOIA DEL POSTO FISSO
La tentazione di lanciarsi nella scoperta di nuovi mestieri (e relativi edifici) è indubbiamente molto forte, ed è difficile resistervi. Quidi fatelo, per l’amor del cielo. Però occorre anche cercare di riempire il più possibile gli edifici già esistenti con lavori ripetuti (cloni di cloni già trovati, per intenderci). Per esempio, tribunale, stazione di polizia e banca possono tutti impiegare un agente di polizia. Ricordate che quando si riempie un edificio si raddoppia il valore di denaro prodotto!
Inoltre, succederà abbastanza presto che vi troverete senza terreni edificabili, con parecchi soldi ancora da accumulare prima di poterne sbloccare altro: i cloni gialli sono invece a costo “zero”, non richiedono quindi nuovi terreni (perché non associati a nuovi edifici), e si generano in dieci secondi.

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE
roadSe siete pragmatici, convinti che gli “abbellimenti” di una città siano fondamentalmente inutili, in Pixel People dovrete per forza di cose cambiare idea. Strade e corsi d’acqua non hanno alcuna applicazione pratica, ma costano poco (1.000 coin), e soprattutto non occupano slot di terra, perché costruiti su comode lastre di vetro stellare.
Oltre al piacere di rendere più gradevole l’immagine d’insieme, che rappresenta pur sempre una componente importante in un gioco di questo tipo, ci sono vantaggi da non trascurare: decorazioni e alberi (che hanno prezzi diversi, da qualche migliaio di coin ad alcune unità di utopium) permettono di migliorare lo spirito della città, che si traduce immediatamente in sconti sul costo della terra e riduzione dei tempi di attesa per la costruzione di edifici e case.
Il consiglio che vi posso dare è cercare fin da subito di mettere alberi e decorazioni, perché il risparmio che se ne deriva è consistente e si apprezza andando avanti nel gioco. Gli alberi, inoltre, regalano piuttosto spesso ricompense casuali sotto forma di monete (10, 100 o 1.000) o di utopium (1 o 2 unità, raramente 3). Non esagerate, però: diversamente da strade e corsi d’acqua, alberi e decorazioni occupano suolo prezioso.

COME TI SISTEMO LA METROPOLI
Divertirsi a costruire una città bella a vedersi, agli occhi di chi l’ha creata, è ovviamente uno degli aspetti divertenti di un city builder. C’è chi preferisce un approccio più funzionale, con tutti gli edifici da una parte, le case dall’altra, qualche strada di collegamento e basta; chi può optare per qualcosa di più creativo o più colorato, con tante decorazioni e alberi ad abbellire il paesaggio, e tutte le vie di mezzo del caso.
Un paio di consigli: le strade e i corsi d’acqua, come dicevo, sono inutili ma danno “aria” alla città, e la rendono meno caotica, permettendo anche di trovare più facilmente gli edifici che si stanno cercando. I “traslochi” sono gratis: potete spostare un edificio, una casa, alberi e decorazioni, e persino le singole unità di strade e corsi d’acqua, da un punto all’altro della mappa, quante volte volete, senza dover pagare un centesimo. Ergo, se un particolare layout non vi soddisfa, potete sempre mettervi di buzzo buono e risistemare tutto quanto.
Visto e considerato che la raccolta dei cuori riveste un ruolo comunque importante nel gioco, il consiglio che vi posso dare è di concentrare tutte le abitazioni in un solo punto, creando una sorta di quartiere residenziale. I cuori compaiono solo all’interno delle case, e quindi la loro raccolta risulta in questo modo particolarmente efficiente.
Ancora, gli edifici possono essere migliorati comprando upgrade per 3U (a patto di aver sbloccato il Tech Support), col risultato di aumentare i tempi di produzione. Gli upgrade sono “additivi”, il che significa che se un edificio ha un autonomia di 4 min, a livello 2 avrà un’autonomia di 8 minuti, a livello 3 avrà un’autonomia di 12 minuti, poi di 16 ecc.
Per effettuare l’upgrade dovrete entrare nell’edificio, e selezionare la voce “Stats” in basso a sinistra per accedere al pulsante di upgrade vero e proprio.

SORPRESA!
Durante la partita compaiono dei cuori lampeggianti sopra le abitazioni. Per raccoglierli è necessario entrare nella casa, premere l’icona del cuore e tenerla premuta per qualche secondo. ‘Na palla, diciamocelo. Però… Raccogliendo undici cuori si sblocca una “sorpresa” casuale, che può consistere di tre cose:
denaro, tipicamente 5.000 o 50.000 monete
utopium, da 2 a 5 unità
un animale che viene aggiunto alla popolazione che circola per le strade della vostra città

Gli animali sono 64, e raccogliendoli tutti si sbloccano appositi achievement. Alcuni sono più rari di altri, e i fanatici del completamento troveranno sicuramente piacevole aspettare di riuscire a mettere le mani su tutti quanti. Il fatto che di quando in quando piovano anche soldi o utopium incentiva a proseguire in questa sorta di “side quest”.
Una volta sbloccato il centro di ricerca, è possibile spendere utopium per velocizzare la raccolta di cuori: con 10U quelli necessari per arrivare alla sorpresa diventano solo 10; spendendone altri 20 i cuori si riducono a 9, e via di questo passo. Come sempre, chi ha voglia (e denaro) di spendere utopium può velocizzare – e di parecchio – l’arrivo delle sorprese (e quindi la scoperta di animali, e la raccolta di monete e altro utopium).
L’edificio Gene Pool permette di spendere (parecchi) soldi per avere una sorpresa veloce (e relativo achievement).

UTOPIUM GRATIS PER TUTTI!
La valuta premium del gioco è l’utopium, l’equivalente dei Bux di Tiny Tower, per intenderci. Serve praticamente per ogni cosa: velocizzare i tempi di costruzione di case ed edifici, di arrivo dei cloni nell’Arrival Center, comprare (alcuni) alberi e decorazioni, convertirli in monete, sbloccare formule per i cloni, ecc. ecc.
Il gioco regala, in vari modi, un massimo di 25U (utopium) al giorno, sotto forma di ricompense dalla miniera di utopium, di sorprese casuali che si ottengono raccogliendo tutti i cuori, o dai bonus prodotti dagli alberi. Alcuni achievement vengono premiati con qualche unità di utopium, e ce ne sono alcuni che vi aspettano anche nei crediti (visibili dall’ufficio dello sceriffo): sfogliando le pagine dei singoli sviluppatori se ne possono raccogliere due o tre, ma una volta sola.
Per finire, ci sono gli utopium regalati dalla pubblicità, accessibile dalla schermata di acquisto di utopium in cambio di denaro, alla voce “Free Utopium”: il numero di unità di utopium su cui potrete mettere le mani varia a seconda di quanto siete disposti a vendervi: due o tre per vedere un trailer, una quindicina se vi registrate a qualche sito partner e partecipate a un sondaggio, cose così.

Poi c’è la possibilità di comprare utopium versando denaro, e qui si entra nel solito discorso dei prodotti freemium: il gioco ne trae grande beneficio, ovviamente, perché si possono velocizzare le cose, sbloccarne altre (ridurre il numero di cuori da cercare per ottenere le sorprese, per esempio) e intensificare la qualità del gioco, che altrimenti ruota molto – forse un po’ troppo – sull’attesa. In questo i giochi di Nimblebit (Tiny Tower, Pocket Planes, PocketFrogs) sono bilanciati meglio, perché offrono una maggiore sensazione di progressione e danno comunque al giocatore molte cose da fare.

Ecco i prezzi dell’utopium:
50U – 1.79 €
250U – 6.99 €
1000U – 21.99  €

Ricordate che avete giocato gratis, almeno fino a quando non decidete di pagare. Probabilmente avete giocato per diverse ore. E qui, come dicevo qualche riga più sopra, si entra nel discorso di quanto vale il vostro tempo, o alternativamente di quanto siete disposti a pagare per divertirvi (se vi state divertendo). Versare otto/nove euro (per sbloccare l’IAP della banca che raddoppia i tempi di produzione degli edifici e comprare il lotto da 250U) migliora sensibilmente la qualità del gioco, è una cifra tutto sommato abbordabile, e vi assicura ancora parecchie ore di gioco. Non voglio paragonare Pixel People a un Assassin’s Creed o un Gears of War qualunque, perché non sarebbe corretto, ma in quei casi si tratta di giochi che – almeno in single – si esauriscono nel giro di una decina di ore, magari qualcosa di più se siete dei fanatici degli achievement, e che costano 70 euro. Andare al cinema per due ore di film costa una decina di euro. Ripeto, nessun paragone forzato, ma solo uno spunto di riflessione sul prezzo che diamo al nostro divertimento. E per dire che sì, io sono uno di quelli che dopo quindici ore di gioco, magari due lire a chi l’ha sviluppato mi va anche di dargliele.

Argomenti correlati: