[l'angolo del tecnico] bahrein, 12 marzo 2006{1}

primo commento: gran gara, molto divertente e avvincente. un inizio di mondiale decisamente promettente, che fa ben sperare per il futuro. la ferrari, dopo la deprecabile stagione passata, è nuovamente tornata competitiva come ci aspettavamo, e il secondo posto non è affatto male. del resto, ormai sappiamo che conta più di tutto arrivare sempre, arrivare sempre e arrivare sempre, non necessariamente primi.

il podio si è deciso al secondo pit stop, quando alonso è riuscito ad uscire dal cambio gomme un paio di metri avanti al tedescone, che ha cercato la rimonta ma senza troppa convinzione, forte del fatto che, come dicevo prima, meglio un secondo posto che un’uscita di pista dovuta alla fretta. del resto, visti i guai di fisichella, la renault non sembra perfettamente a punto, il che in un’ottica di campionato favorisce ulteriormente la scelta di non insistere troppo nel cercare di riagguantare alonso negli ultimi giri.

complimenti a massa, che dopo la qualifica davvero eccellente ha fatto un errore (testacoda con rischio di incidente con alonso), seguito da un pitstop demenziale che ne ha compromesso la gara. chissà, se non si fosse guastata la pistola della posteriore destra, forse ci scappava anche il podio… in ogni caso, anche se per loro non sarà stata così, è stato un vero spasso vedere i meccanici correre di qua e di là per cercare di montare quella benedetta ruota… anche se c’era un casco a coprirne il volto, le urla e le bestemmie che volavano al box ferrari (in aramaico antico, secondo periodo) sono arrivate fino a qui….

grande la gara di raikkonen, che partito ultimo si becca un meritatissimo terzo posto.
spettacolare anche l’esordiente rosberg, figlio di keke, l’outisder per cui tiferò in questa stagione (per rispondere a chi me lo chiedeva…). a dimostrazione che la classe non è acqua, è riuscito a inanellare una serie di sorpassi da manuale. particolarmente apprezzata la sbertucciata a coulthard.

insomma, nel complesso una gara avvincente, non senza spunti brillanti, con tanti sorpassi e duelli come non se ne vedevano da tempo. la ferrari «c’è». poteva iniziare meglio il campionato?