[l’angolo del tecnico] turchia, 21 agosto 2005{1}

se lasciamo stare le performance della ferrari, quella di ieri è stata una gran bella gara. merito in particolare del nuovo circuito turco, ampio, sicuro, ben studiato, e che permette sorpassi e gesti atletici non indifferenti. il che fa pensare che forse è giunto il momento di abbandonare i circuiti storici, palesemente fuori tempo massimo, non più in grado di reggere le performance delle macchine di oggi, e passare a qualcosa di più adeguato alle nuove monoposto. la “noia” di molte gare, insomma, potrebbe essere anche imputata alla vecchiaia dei tracciati. perchè ieri la gara è stata veramente appassionante dall’inizio alla fine.

partenza fallimentare per raikkonen, che si fa infilare da alonso (che partiva secondo) alla prima curva; peccato che le renault abbiano avuto i loro bei problemi di resa, e che le mclaren abbiano riguadagnato terreno rapidamente, riuscendo quasi ad imbocciare una doppietta, sfumata al penultimo giro per un errore di montoya, che dopo essere stato leggermente tamponato aveva palesemente dei problemi di stabilità, ed è andato lungo ad una curva facendo passare avanti alonso, che è arrivato così secondo.

uno spasso le williams, che hanno sfasciato quattro gomme (due per macchina), sempre la posteriore destra, per un evidente problema di settaggio della sospensione.
e complimenti anche a quella chiavica di webber, che da buon doppiato si è messo a fare il duro con schumacher che lo stava superando in curva, speronandolo come non si vedeva dai tempi dei duelli tedescone-villeneuve, con il risultato che socmacher si è ritirato a più di metà gara, dopo aver girato un po’ tanto per guadagnare posizioni per le qualifiche di monza.
che poi, ‘sta cosa che in qualifica i piloti partono secondo l’ordine di arrivo della gara precedente mi pare proprio un po’ una minchiata: prima si decideva l’ordine di partenza per le qualifiche in base alle prove libere, adesso in questo modo. il risultato è che vedi piloti correre senza nessuno stimolo, come schumacher ieri, solo per poter fare più giri di quelli che si sono ritirati prima di lui (williams). pietoso.

il campionato (in particolare quello costruttori) rimane apertissimo, raikkonen è a pochi punti da alonso, e rimangono ancora cinque gare. mica male.

per la ferrari, come ho detto, stendiamo un velo pietoso. lasciamo che barrichello vada alla bar, vediamo cosa combinerà massa, e aspettiamo di capire se anche schumacher abbandonerà la barca che affonda (indiscrezioni di oggi della bild – notoriamente molto affidabile ^__^)

CLASSIFICA PILOTI

Alonso – 95
Raikkonen – 71
Schumacher – 55
Montoya – 40

CLASSIFICA COSTRUTTORI

Renault – 130
McLaren – 121
Ferrari – 86

Fattore di abbiocco: 15%